CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Le ultime notizie

Cerca nel blog

sabato 10 giugno 2017

Sviluppato il Sistema di rilevamento anticipato delle onde sismiche - comunicato stampa

Un ricercatore italiano della provincia di Foggia, Antonio Coscia, della Ensimec Srls, giovane azienda di ricerca elettronica, di sicurezza e brevetti con sede a Roma, ha sviluppato un dispositivo (brevettato) per la prevenzione e controllo dei terremoti con l'intento di rilevare anticipatamente l'arrivo delle onde sismiche e mettendo in sicurezza l'area dove lo stesso è stato installato. 

Il dispositivo attualmente è all'attenzione di importanti enti di ricerca mondiale e di protezione civile.

In generale i terremoti sono causati da improvvisi movimenti di masse rocciose (più o meno grandi) all'interno della crosta terrestre e si manifesta attraverso onde sismiche.

Le stesse sono rilevabili e misurabili attraverso particolari strumenti detti sismografi, usati comunemente dai sismologi, e visualizzabili su sismogrammi. Le onde sismiche si distinguono in tre tipi:

Onde di compressione o longitudinali (P)
Le onde longitudinali fanno oscillare le particelle della roccia nella stessa direzione di propagazione dell'onda. Esse generano quindi "compressioni" e "rarefazioni" successive nel materiale in cui si propagano.

Onde di taglio o trasversali (S)
Le onde S, ovvero onde "secondarie", si propagano solo nei solidi perpendicolarmente alla loro direzione di propagazione (onde di taglio).

Onde superficiali (R e L)
Le onde superficiali, a differenza di ciò che si potrebbe pensare, non si manifestano nell'epicentro, ma solo ad una certa distanza da questo.

Tali onde sono il frutto del combinarsi delle onde P e delle onde S, e sono perciò molto complesse.

A differenze degli strumenti di rilevazione esistenti l'unità di controllo P.C.S. rileva anticipatamente proprio queste onde e ne monitora l'andamento nel tempo.

Scenari Operativi
L'unità di controllo P.C.S. (prevenzione controllo sisma) è indicata per utilizzi civili ed in particolare per applicazioni di tipo "Environmental" per il monitoraggio di quei territori a rischio sismico e vulcanico nei quali un intervento tempestivo può salvare vite umane.

L'unità P.C.S. può anche essere integrata in sale di comando e controllo della Protezione Civile nazionale, distribuita in sezioni locali oppure utilizzata come "nodo" di una rete di Geo-stazioni di rilevamento Sisma ed eventi ambientali regionali, le applicazioni sono molteplici.

I mercati di riferimento sono quei paesi a forte rischio sismico come Europa (tra cui l'Italia), America, Asia (tra cui Giappone, Iran e Russia).

Sono stati individuati nr. 4 possibili scenari, tutti applicabili in un territorio a forte rischio sismico tra cui anche quello italiano:

1. Sisma in territorio aperto (territori sismici in genere e zone ad innevamento naturale di montagna);

2. Monitoraggio di eventi sismici in aree in cui sono presenti Infrastrutture Critiche (dighe, Centrali elettriche, centrali nucleari, aree industriali chimiche e petrolchimiche, etc.);

3. Sisma in strutture chiuse o terreni critici (sottostazioni elettriche, miniere, monitoraggio di terreni argillosi ad alta franosità, etc.);

4. Bio-edilizia ed edilizia tradizionale per la costruzione ed il monitoraggio di manufatti realizzati secondo le norme e le tecniche antisismiche.

Descrizione
L'unità di controllo P.C.S. si presenta in un contenitore metallico di dimensioni ridotte al cui interno risiedono le quattro principali unità:

1. Alimentatore-carica batteria/batteria (long life);

2. Unità Rilevatrice ed Elaborazione a Microprocessore;

3. Unità Logica Gestione Parametri ed Eventi;

4. Interfaccia gestione uscite.

L'unità di controllo P.C.S. è un "portable Device" con un tempo di deployment programmabile e che può funzionare sia alimentato da rete sia a batteria, al quale si deve connettere una "tastiera di comando e gestione" dedicata (quinto componente del sistema) per la gestione ed il controllo delle funzionalità della unità di controllo P.C.S.. È preferibile installare la centrale su strutture portanti o piastre amplificanti ed inoltre l'apparecchiatura si auto calibra, ovunque dove viene posizionata o installata, tempo massimo d'installazione 15 minuti.

Le visualizzazioni dello stato e gestione della rete (tramite tastiera) possono essere monitorate e controllate anche a distanza. Inoltre è in grado di trasmettere richieste di assistenza tecnica, tutto in automatico (altre descrizioni sono per ora riservate)

Roma, 10 giugno 2017


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.